Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Home

Meteo

Counter

Locations of visitors to this page
19 luglio 2013 5 19 /07 /luglio /2013 21:13

M13 15lug2013 definitivaSeconda versione, meglio elaborata

 

Dopo tanto tempo torno col naso all'insù! Non che non volessi farlo prima ma come si sa, gli impegni, il lavoro, l'ernia al disco...!

Tornato in paese per le vacanze (unico periodo dell'anno in cui sembro capace di coltivare questa passione) spolvero, è il caso di dirlo, l'armamentario. Infatti, dopo quasi un anno di inutilizzo, nel tubo ottico del 114 c'erano le ragnatele! Sono stato persino costretto a togliere alcune macchie di muffa dal primario...

Questa volta però ho cambiato completamente genere: mi sono dato al deepsky! Si è trattato anche del battesimo dello Scopos in questo campo. In precedenza avevo già tentato qualche scatto sulla Luna in congiunzione con Venere.

La notte tra il 14 e il 15 luglio tirava un forte vento, tanto che avevo rinunciato a trascinare il tele su per un piano fino al solarium dell'albergo. Avendo in programma di tentare una ripresa della nebulosa Nord America (NGC 7000) nel Cigno e di Andromeda, mi ero quindi proposto di fare solo un po' di pratica col facile M13, direttamente dal balcone della mia stanza. L'idea era quella di appollaiare lo Scopos sugli anelli del 114 e usare il riflettore come guida manuale. Ho quasi subito rinunciato alla guida visto che i 90" di posa provocavano un mosso appena percepibile che ho stimato di facile eliminazione in fase di elaborazione... e poi perchè proprio non ne sono stato capace!

I problemi maggiori li ho avuti nella messa a fuoco, non facile nemmeno attraverso il live view della 450D, e con le torsioni dovute alla testa da treppiede avvitata ad uno degli anelli del Newton. Avevo penato non poco per attaccare la mia testa a sfera N2 Benro (acquisto recente) all'anello. La soluzione adottata ha offerto una certa stabilità durante le riprese ma non altrettanto durante la messa a fuoco. In questo campo il focheggiatore dello Scopos ha mostrato un punto di forza nel riduttore 1/10 e una debolezza nel perno di blocco corsa eccessivamente duro nell'avvitarsi.

Ho elaborato con Iris (altra mia prima volta)... non sono nemmeno sicuro di aver correttamente applicato i dark e i flat! Questa versione che si vede in cima all'articolo, è una seconda elaborazione. Ha un bilanciamento cromatico più soddisfacente e ho potuto correggere gli artefatti che avevo introdotto nella prima versione. E' il risultato della somma min-max rejection. Il leggero mosso è stato attenuato con GIMP mentre gli ultimi ritocchi li ho dati con CS5. Non ho provato nemmeno a togliere il coma dai bordi anche perchè non saprei da dove cominciare. E pensare che si tratta di un ritaglio del centro dell'immagine originale. Purtroppo sapevo che lo Scopos soffre di un campo legermente curvo, ma per ora non me ne sono curato per niente. Se volessi ovviare, esistono in commercio degli spianatori/riduttori: magari in futuro ci farò un pensiero.

Non ho utilizzato filtri, per cui mi sono bevuto tutto l'IL del paese.

 

Dettagli:

Camera: Canon 450D

Ottica: Scopos ED 66

Pose: 10 X 90"

Dark: 10

Flat:10

Software: Iris, Gimp, CS5

 

Il risultato non mi fa impazzire. Mettiamola così: questa è solo la prima immagine e questo il risultato a cui aspiro (non me ne voglia l'autore, Fabrizio Marra, se senza chiederglielo mi sono permesso di citarlo ad esempio!)

 

Come sono andate le serate seguenti? Che fine hanno fatto la Galassia di Andromeda e la Nebulosa Nord America? Il giorno dopo aver ripreso M13 ho tentato di spostare di peso l'intero set up... l'ernia ha fatto "clic" e ora trascorro il resto della mia vacanza disteso a scrivere e elaborare 10 misere pose e a farmi bucherellare le terga con punture di Toradol, Muscoril e non so cos'altro che, per inciso, hanno lo stesso effetto di un sorso d'acqua fresca!

 

Magra consolazione: è emersa la NGC 6207 (magnitudine 11,6) in alto al centro del campo...

 

Giuseppe

Condividi post

Repost 0
Published by Giuseppe Ruggiero - in Deep sky
scrivi un commento

commenti